x

RSS Newsfeeds

See all RSS Newsfeeds

Global Regions

Europe ( XML Feed )

Jun 11, 2016 5:17 EST

ALESSANDRA CELLETTI/ONZE – 50/150 Working on Satie: Un prezioso cofanetto di musica e immagini / A precious box of music and images

iCrowdNewswire - Jun 11, 2016

ALESSANDRA CELLETTI/ONZE

50/150 Working on Satie

 

Un prezioso cofanetto di musica e immagini / A precious box of music and images

 

Quando ero giovane, mi dicevano: “Vedrà quando avrà 50 anni”.

Ho 50 anni. Ma non vedo niente. [Erik Satie]

Chi già mi conosce lo sa: Satie è il mio autore del cuore. Da sempre mi interessa e mi affascina la sua essenzialità, la sua profondità leggera, la sua irriverenza. Lo amo dai tempi del conservatorio, quando, tra uno studio di Chopin e una Sonata di Beethoven,  lo suonavo di nascosto, visto che in ambito accademico non era degno di far parte degli autori da mettere in repertorio. Nel mio primo cd, (era il lontano 1995), suonai le “Gymnopedies” e le “Gnossiennes”  tra “i suoni e i profumi” di Debussy e Ravel.  Anni dopo gli dedicai un album intero dal titolo “Esoterik Satie” che andò a finire in classifica in Francia tra i dischi più venduti di classica. Non c’è un concerto dove non suono almeno una sua composizione. Lo considero non solo un maestro, ma anche un amico con cui dialogare tanto che nel mio album “The Golden Fly” gli ho dedicato un brano (“Talking to Satie“) immaginando di parlare con lui. Quest’anno, il 2016, Satie ed io festeggiamo un compleanno importante: io 50, lui 150. Non capita spesso una congiunzione di questo tipo, così ho pensato di farci un regalo speciale in cui fondere sogni, suoni e colori…

Per fare questo avevo bisogno di un artista che potesse condividere con me questo viaggio e così ho coinvolto Onze, visionario e unico, capace di ricercare quelle “impressioni” derivanti dalle forme irregolari di un sogno. 

sito di Onze

Stiamo lavorando su due fronti: quello del live (il 27 Ottobre saremo in scena al RomaEuropa Festival) e in studio da cui vorremmo realizzare, grazie a tutti voi,  un cofanetto prezioso con un cd e un dvd per custodire il nostro omaggio ad un vero pioniere della musica moderna definito da John cage “essenziale”.

Tutte le composizioni sono miei nuovi brani originali.

Ed ora, se sono riuscita a trasmettervi anche solo un po’ della mia passione per Satie, provate a spostare lo sguardo sulla destra di questa pagina e scegliete tra una delle ricompense che ho pensato per voi…

… abbiamo tempo fino al 6 agosto per realizzare questo viaggio e accendere insieme tutte e 150 le candeline.

Intanto grazie a tutti voi che vorrete sostenere me e Onze in questa nuova avventura. Scenderemo insieme in fondo a un lago, dentro ad un vulcano, saliremo sulla torre di metallo….nel cuore di Satie.

 

 english version below

 

When I was young, they’d say: “When you’re fifty you’ll see.”

I’m fifty. But I still don’t see anything. [Erik Satie]

 

Who knows me already, knows that Satie is the author of my heart.  I’ve always been interested and fascinated by his simplicity, his shallow depth, his irreverence; I love him from the conservatory days, when, between a study of Chopin and a Beethoven’s Sonata, I played Satie in secret, as in the academic world he was not considered worthy of being part of the authors to put into the repertoire. In my first cd, (way back in 1995), I played the “Gymnopedies” and  the “Gnossiennes”  between “the sounds and the perfumes” of Debussy and Ravel. Years after, I dedicated to him an entire album entitled “Esoterik Satie”, that ended up in the charts in France among the top selling classical discs. There is no concert where I do not play at least one of his compositions. I consider Satie not only a teacher but also a friend to talk to, so  that in my album “The Golden Fly” I wrote a piece (Talking to Satie) imagining talking to him. This year, 2016, Satie and I celebrate an important birthday: Mine is the  50th, his is the 150th. Not often there is a conjunction of this type, so I thought we would give ourselves  a special gift in which  dreams, sounds and colors can merge.

To make this project come true I needed an artist who could share with me this trip, so I involved Onze, a visionary and unique artist, able to seek  those “impressions” resulting from the irregular shapes of a dream.

Onze website 

We are working on two fronts: that of the live performance (October 27 we will be staged at Romaeuropa Festival in Rome) and one in the studio. Thanks to you all, we would like to release a precious box with a CD and a DVD to cherish our tribute to a true pioneer of modern music , defined by John Cage: “essential”.

All the compositions are new original pieces of mine. 

And now… if I’ve been able to convey to you  even a little  bit of my passion for Satie, try to turn your eyes to the right of this page and choose between one of the rewards that I thought for you …

 … We have until August 6 to make this journey together and light all the 150 candles

Meanwhile, thanks to all of you that will support me and Onze in this new adventure.

We’ll descend to the bottom of a lake, we’ll go inside a volcano and up on a metal tower …. in the heart of Satie.

Contact Information:

CELLETTI/ONZE

View Related News >
support