x

RSS Newsfeeds

See all RSS Newsfeeds

Sep 30, 2015 6:54 EST

C.F.F. – “Canti notturni” il nostro nuovo album: Sostieni la produzione e la promozione del nostro nuovo album “Canti Notturni”

iCrowdNewswire - Sep 30, 2015

C.F.F. – “Canti notturni” il nostro nuovo album

“Canti notturni” è il titolo del nostro nuovo album.

Il primo con il nome C.F.F., dopo 15 anni di storia come C.F.F. e il Nomade Venerabile.

Siamo nati nel 1999 a Gioia del Colle, in Puglia, con la voglia di osare e miscelare sul palco performance multidisciplinari, ispirate scenicamente a personaggi come Fatur e Annarella dei CCCP e musicalmente al cantautorato italiano (Battiato e De Andrè) al rock d’autore (C.S.I. e Scisma) e al dark-new wave (The Cure, The Sound).

L’acronimo C.F.F. sta per Concettuale Fisico Fastidio per l’attenzione che dedichiamo alla parte testuale nelle nostre canzoni, costruite su tappeti sonori in perenne equilibrio tra contrasti e dissonanze, e supportate da una presenza scenica fatta di gesti ed immagini simboliche.

Con questa formula che amiamo definire “rock parateatrale” abbiamo collezionato circa 400 concerti, partecipato a festival in Italia e all’estero, vinto una ventina di concorsi lungo tutta la Penisola, registrato quattro album (“Ghiaccio”, “Circostanze”, “Lucidinervi” e “Attraverso”), collaborato con artisti come Paolo Benvegnù, Franz Goria (Fluxus, Petrol), Paolo Archetti Maestri e Fabio Martino (Yo Yo Mundi).

Dalla primavera del 2014 abbiamo scelto di tornare all’essenziale, a cominciare dal nome (d’ora in poi, semplicemente C.F.F.), e di ridurre la nostra formazione a soli tre elementi:

Anna Maria Stasi – voce, tastiera e percussioni; Anna Surico – chitarre e sequenze; Vanni La Guardia – basso, percussioni e cori.

Non è stato facile ripartire con un’eredità così pesante sulle spalle ma è stata una sfida affrontata con la consapevolezza di avere ancora una storia da raccontare e qualcuno disposto ad ascoltarla…

Così, in pochi mesi dall’inizio di questa nuova vita, abbiamo vinto il Premio Pierangelo Bertoli e il Festival Music Week, aggiudicandoci una produzione discografica curata da Max Carola, che ha dato vita al nuovo ep “Al cuore” presentato dal vivo al M.E.I. 2014 di Faenza e poi con un tour di trenta date; siamo stati finalisti nazionali per il Premio De Andrè; siamo stati selezionati per le Audizioni di Musicultura e per le finali nazionali del Premio Bianca D’Aponte.

 

Le canzoni contenute in questo album sono nate all’interno di una sala prove domestica, costruita da Anna con materiali di riciclo e di scarto. Alle pareti i nostri vecchi manifesti, foto, brandelli di vecchie fanzine musicali. Intorno gli oggetti di scena accumulati negli anni, come i guantoni da boxe, il manichino o le care luci neon blu che per una dozzina d’anni hanno riempito ogni spazio del nostro Ford Transit grigio di quarta mano.

A farci compagnia, la nostra prima ascoltatrice, Ombra, la cagnetta meticcia di Anna recuperata dal canile del nostro paese, accucciata accanto a noi per tutta la fase compositiva di “Canti notturni” e Lilli, storica gatta di quartiere che ci accoglie agli orari più improbabili, al rientro dai nostri concerti.

Abbiamo scelto di chiamare così il nostro nuovo album perché la notte è il posto delle storie dimenticate, come quella del pugile sinti Rukelie, raccontata nel brano “Come fiori”.

La notte è il momento in cui i ricordi più intensi tornano a trovarci, come quelli illuminati dal sorriso di Livia Mezzapesa, a cui abbiamo voluto fortemente dedicare “Forse”.

Di notte ogni cosa si rivela e rivela ciò che siamo veramente, in uno spazio-tempo liberato in cui riconciliarci anche con le nostre ombre, le parole non dette, le scene incompiute, i sentimenti impigliati tra le parole dei testi di più d’una delle nostre nuove canzoni.

Ci hanno sempre affascinato le luci accese dietro le finestre di notte, le storie che lì si consumano. Così come la dimensione dei mestieri notturni: Anna Maria ha vissuto tutta la sua vita in una casa al secondo piano di un panificio di proprietà della famiglia materna e conosce bene queste vite al contrario.

La notte è soprattutto il luogo dove riprendono vigore i sogni, nostro motore e orizzonte.

Tu che peso dai ai tuoi sogni?

Immagina se, anche solo per un attimo, tutti ci riappropriassimo dei nostri sogni, sogni che non vogliono dipendere da nessuno, che vanno contro la disillusione e la diffidenza, che semplicemente ci fanno sentire vivi e mettono a fuoco la nostra anima.

Sarebbe la rivoluzione, perché è vera solo quella che parte dalla (ri)conquista della nostra autenticità.

Un pezzo del sogno “Canti notturni” ha già avuto la fortuna di illuminarsi della produzione artistica di Max Carola e delle collaborazioni di cari amici ed artisti che amiamo, come Roberto Angelini, Paolo Archetti Maestri e Fabio Martino (Yo Yo Mundi), Francesco “De Veggent” Fiorente (ex membro dei RedSka), Salvatore Piccione e Mimmo Frioli (Karma in Auge), Gualberto Giandomenico (Railway & Dogs) e Nicola Liuzzi (batterista e fondatore con Vanni La Guardia dei C.F.F. e il Nomade Venerabile).

Partecipando a questa campagna di crowdfunding su Musicraiser avrai per 60 giorni la possibilità di aiutarci concretamente a realizzare l’altro pezzo di questo sogno, ossia la produzione e la promozione dell’album, condividendo con noi tutto quello che c’è dietro la sua realizzazione e dandoci le risorse sufficienti per provare a portare la nostra musica lontano e farla conoscere ad un numero maggiore di persone. Riceverai per primo “Canti notturni” e inoltre potrai assicurarti le speciali ricompense elencate qui di fianco.

Grazie di cuore fin d’ora per quello che vorrai donarci!

Contact Information:

C.F.F.

View Related News >
support