x

RSS Newsfeeds

See all RSS Newsfeeds

Sep 23, 2015 6:59 EST

ALÌ’NGHIASTRË – Erba medica e Veleno | il nostro nuovo album: Incanti, passioni, forni alchemici e profumi

iCrowdNewswire - Sep 23, 2015

ALÌ’NGHIASTRË – Erba medica e Veleno | il nostro nuovo album

Carissimo pubblico di ogni tempo e luogo, eccoci qui, circondati da centinaia di erbe odorose a coinvolgervi nella realizzazione del nostro nuovo progetto discografico.

Erba medica e Veleno è un disco che si muoverà nella spirale del tempo per uscire piroettando dagli scaffali di un vecchio mago.

Tredici brani musicali come tredici ampolline di cui sbirciare la composizione, tradizionale, d’autore o originale, per capire il rimedio che cura questo o quel male, questo o quell’amore, questo o quell’orrore.

Ogni brano sarà accompagnato da una piccola formula che lo renderà unico e che combinata con l’ascolto… beh vedremo …

 

Erba medica e veleno, quindi c’è qualcosa di magico dietro questo titolo.. o è solo un’impressione?

Magico, si.
Ma per capirlo fino in fondo è necessario raccontarvi una storia.

A Massafra, per chi non lo conoscesse è un paese nella provincia tarantina, si narra che intorno all’anno 1000, tempo più tempo meno, un mago leggendario di nome Greguro viveva con sua figlia Margheritella nell’antico abitato del paese lungo il costone della gravina.

Centinaia e centinaia sono le piante officinali che l’ecosistema della gravina di Massafra offre, che Margheritella quindi poteva raccogliere e di cui Greguro poteva disporre per la sua Farmacia.

Come tutte le donne di medicina, oltre ad essere molto affascinante, Margheritella era anche molto temuta, perché il fascino si sa, profuma di incanto, di affascinazione e di stregoneria. Quel che non si può avere, quel che è altro da sé o quel che del meglio di sé fa specchio quando preferisce l’altrui candore, viene additato. È una delle storie più vecchie di questo mondo.
Molto presto le invidie, tanto degli uomini che non la potevano avere per sé, tanto delle donne che la credevano di malaffare, portarono Margheritella ai piedi del rogo.

L’ἡγούμενος, la guida spirituale del tempo che sembrava uomo di altro mondo, per intercessione dellabona sorte non lasciò che l’esecuzione avesse luogo, salvando la vita di Margheritella e permettendo così che l’arte dei maghi, o masciari, a Massafra non si interrompesse.

 

L’anno 1000 è lontano, ma l’antico abitato lungo la gravina oggi della Madonna della Scala, è ancora presieduto dall’imponente Farmacia di Greguro, che domina la testa di un immenso grottone naturale.

All’interno della Farmacia un reticolo di grotte comunicanti si districa nella roccia calcarea e, negli spazi a Nord, piccole nicchie scavate sembrano conservare ancora il profumo degli antichi rimedi di Greguro, erbe mediche e veleni, appunto. Da qui il titolo del brano che dà il titolo al disco.

Chi, soprattutto dei massafresi, preferisce non imparentarsi con un masciaro può sempre in alternativa imparentarsi con un allevatore di colombi. In fondo, molto meno romanticamente, esiste un’altra versione della storia che non prevede Greguro e Margheritella, ma un solerte e poco affasciantepalummér.

 

  

Alì’nghiastrë – InLessinia Festival 2014 – Villa Della Torre Allegrini (foto Flavio Pèttene)

 

Elementi, rimedi, sogni e vecchi appunti. C’è una continuità con il disco precedente?

Sì, in un certo senso Erba medica e Veleno è una sorta di volume II di Venti Buoni Motivi, come un Led Zeppelin II, quel mitico disco giallo marrone. Non abbiamo inventato niente.

La continuità tra i due progetti c’è e sta nella funzione del disco.
Nel precedente abbiamo esplorato gli strati secchi, umidi, gassosi dell’esistenza e abbiamo cercato gli elementi naturali (acqua, aria, terra, fuoco) nelle trasparenze musicali di venti brani, i Venti Buoni Motiviappunto.

La musica si è fatta lì elemento per trovare sollievo e dare sollievo nella combinazione e nella successione ciclica degli elementi.

Qui, ci piacerebbe che la musica si faccia rimedio. Che provi a tirare fuori da ogni brano un profumo, un veleno, un’essenza odorosa, un balsamo o che si faccia pavimento alchemico per nuove sperimentazioni.

Erba medica e Veleno, dovrà esplorare i rimedi inscritti nei brani musicali e comporli sapientemente come una traccia di appunti sul tavolo di un masciaro. 

La musica è già terapeutica di suo, lo sappiamo, guarisce e incanta come Margheritella, ma a trovare posto sugli scaffali della Farmacia di Greguro sono i rimedi, che pulsano ora in un brano ora in un altro.

Di cosa sa la gelosia, la rabbia, l’amore, l’attesa, la morte, il sonno?

Di cosa sa l’amore tradito, l’amore non corrisposto o l’amore incondizionato?

Dove s’insinua la frenesia della puntura di uno scorpione o dove si inocula il veleno della cattiveria umana?

E soprattutto, esiste un antidoto?

 

 

Il vostro sostegno sarà fondamentale per la realizzazione del Master del disco. A questo fine abbiamo preparato una carrellata di ricompense che potrete esplorare nello Store.
Naturalmente siamo a disposizione per chiarimenti, info, aggiornamenti, caffè e birrette lungo questo viaggio che faremo insieme. 

Grazie a tutti voi, a chi contribuirà con un sostegno diretto, a chi condividerà questo link sui propri siti o social e a chi solo starà a guardare come va avanti.

 

 

(foto Frederik Klose-Gerlich)

 

Sara GIOVINAZZI – voce, chitarra battente, tamburello, organetto

Enrico BREANZA – chitarre

Lucìa CABRERA – violino

Gianmaria STELZER – violoncello

  

 

Contatti/social:

mail | [email protected]

site | www.alinghiastre.it

facebook | Alìnghiastrë

reverbnation | https://www.reverbnation.com/alinghiastre

Deezer | VentiBuoniMotivi

Contact Information:

Sara GIOVINAZZI
Enrico BREANZA
Lucìa CABRERA
Gianmaria STELZER

View Related News >
support